Ufficio per la Liturgia

Diocesi di Como

Aspetto mariano e preghiera in famiglia

Torna agli indici: Quaresima anno A – Quaresima anno BQuaresima anno C

Aspetto mariano

“In questo ‘pellegrinaggio quaresimale’ la sacra liturgia propone ai fedeli la beata Vergine quale esempio del discepolo che ascolta fedelmente la Parola di Dio e calcando le orme di Cristo si dirige decisamente al Calvario per morire con lui (cfr. 2Tm 2,11)” (Messe della B.V.M., p.32)

Per una preghiera mariana in sintonia con il mistero di Cristo, il Servo sofferente del Signore, si tenga presente il  modello della Via Matris: cammino articolato in sette “stazioni”, corrispondenti ai “sette dolori” della Madre del Signore (cfr. DPPL 136-137). Cfr. anche CEI, In preghiera con Maria la Madre di Gesù, p.256-267.

Preghiera dei singoli cristiani e in famiglia

“La scelta di un luogo adatto non è indifferente alla verità della preghiera: per la preghiera personale, questo luogo può essere un ‘angolo di preghiera’ con la sacra Scrittura e delle icone, per essere là, ‘nel segreto’ (cfr. Mt 6,6; Vangelo del Mercoledì delle Ceneri), davanti al nostro Padre. In una famiglia cristiana, questa specie di piccolo oratorio favorisce la preghiera in comune” (CCC, 2691).

Benedizione alla mensa nel tempo di Quaresima: Benedizionale 1135-1136; 1148-1149

Torna agli indici: Quaresima anno A – Quaresima anno BQuaresima anno C