Ufficio per la Liturgia

Diocesi di Como

Segni e azioni: celebrazioni eucaristiche

Torna all’indice

Riti di ingresso

Si scelga accuratamente un canto di apertura che accompagni tutto il periodo.

I domenica di Quaresima

Nella I domenica di Quaresima, inizio del segno sacramentale della nostra conversione, non manchino gli elementi che sottolineano tale importanza per es. la processione di ingresso con le litanie dei santi.

Atto penitenziale

Si valorizzi l’Atto penitenziale nella II o III forma anche in versione cantata. Non si trascuri il tempo di silenzio dopo la monizione all’atto penitenziale prima  di proporre le invocazioni.

Salmo responsoriale

Il canto del salmo responsoriale da’ piena risonanza alla Parola che chiama a conversione.

Nella sezione “Cantare in Quaresima” vengono suggerite due possibilità:

  • Una melodia unica che accompagna tutte le domeniche di Quaresima, in modo da favorire anche le Assemblee meno preparate, almeno nel canto del ritornello.
  • Una melodia differente per ogni domenica. Ogni scheda presenta la realizzazione del ritornello e anche del recitativo delle strofe.

Acclamazione al Vangelo

Si adotti una valida acclamazione non alleluiatica, evitando un generico “canto alla Parola”. Si vedano le acclamazioni su CdP 273-279 (escluso il n. 278)

Professione di fede

Si reciti, nel tempo di Quaresima, il simbolo detto “degli apostoli” (MRI p. 306). Il Simbolo degli apostoli richiama infatti la professione di fede fatta nella celebrazione del Battesimo e si inserisce opportunamente nel tempo di Quaresima e di Pasqua, nel contesto catecumenale e mistagogico dell’iniziazione cristiana. Lo si mantenga fino a Pentecoste.

Alla presentazione dei doni

È possibile svolgere in silenzio il Rito offertoriale. Il Celebrante pronuncia tutte le formule, compreso il duplice “Benedetto sei tu, Signore”, a voce sommessa (senza avvalersi del microfono), come il Messale stesso prevede. Si mantenga questa scelta anche per i giorni feriali.

Preghiera eucaristica

Si suggerisce l’adozione delle preghiere eucaristiche della Riconciliazione I e II

Acclamazione all’anamnesi

Si suggerisce di cantare la terza formula proposta dal messale.

Canto di Comunione

Viene proposto il canto “Soccorri i tuoi figli”, con strofe proprie per l’anno B

Riti di conclusione

Si eviti del tutto il canto finale. L’assemblea si scioglie in silenzio.

Torna all’indice