Ufficio per la Liturgia

Diocesi di Como

Quaresima: Nota per l’ars celebrandi

Torna all’indice

  • Si restituisca importanza ai momenti di silenzio che sono “parte della celebrazione” (OGMR, 45).
  • Si prenda seriamente il criterio della “sobrietà di parole” (introduzioni, monizioni, omelia, avvisi…) insieme con la massima “cura della parola”: nella Liturgia della Parola, nel modo di pronunziare le formule di preghiera, nel contenuto, nel tono e nella forma della predicazione.
  • In Quaresima (salvo la IV Domenica) non sono ammessi i fiori sull’altare e il suono degli strumenti è permesso soltanto per sostenere i canti, nel rispetto dell’indole penitenziale di questo tempo (PCFP, 17.25).

Torna all’indice