Ufficio per la Liturgia

Diocesi di Como

By

Domeniche da XVII a XIX del Tempo Ordinario

Un tempo “ordinario” o “ordinatore”?

Oltre i tempi che hanno proprie caratteristiche, ci sono trentatre o trenta quattro settimane durante il corso dell’anno, che sono destinate non a celebrare un particolare aspetto del mistero di Cristo, ma nelle quali tale mistero viene soprattutto venerato nella sua globalità, specialmente nelle domeniche. Questo periodo si chiama Tempo ordinario o «per annum»
(Norme generali per l’ordinamento dell’anno liturgico e del calendario n. 43).  Read More

By

XVI Domenica del Tempo Ordinario A

«Lasciate che l’uno e l’altro crescano insieme fino alla mietitura».

Alcune parole della Preghiera eucaristica IV sottolineano l’opera instancabile di Dio: «Tu hai fatto ogni cosa con sapienza e amore… Tu non hai abbandonato (l’uomo) in potere della morte… Molte volte tu hai offerto agli uomini la tua alleanza… Hai tanto amato il mondo… da mandare a noi il tuo unico Figlio che si consegnò volontariamente alla morte...».  Read More

By

XV Domenica del Tempo Ordinario A

Gesù, divino Seminatore,

vieni a compiere il tuo lavoro

nel campo che siamo noi.

  • Se, come dice s. Gregorio Magno, «la Scrittura cresce con chi la legge», e il vero leggente è la Chiesa, allora una delle modalità di ascolto della Parola di Dio è viverla nei modi e nelle forme celebrative attraverso le quali la liturgia la rende attuale.  È necessario lasciarsi provocare e, senza creare scompiglio, rinnovare nella propria e altrui fede nell’ efficacia della Parola che «sotto l’azione dello Spirito, rivisita la Chiesa e la sospinge sul cammino che Cristo le ha tracciato». La responsabilità finale dell’accoglienza o non accoglienza della Parola siamo noi.
  • La nostra assemblea è il campo in cui Gesù sparge il buon seme: nella Liturgia della Parola accogliamo in noi il seme-Parola, disposti a lasciarlo crescere e produrre frutto; nella Liturgia eucaristica, Gesù-Parola vivente del Padre è anche il seme che muore per rivivere in noi e trasformare la nostra vita.

Read More

By

XIV Domenica del Tempo Ordinario A

PER CELEBRARE IL GIORNO DEL SIGNORE

La Liturgia odierna contiene un concentrato di paradossi. Il re messianico, il cui «dominio sarà da mare a mare» (Prima Lettura), appare in atteggiamento mite e indifeso, cavalca un asinello e non un focoso cavallo da guerra. La sua “epifania” non è quella sfolgorante e trionfale del re guerriero e vittorioso, che trascina dietro a sé colonne di prigionieri, come preda di guerra. Egli è re di pace che spezza i simboli e gli strumenti di guerra. Read More

By

XII Domenica del Tempo Ordinario A

Riprendiamo, con questa Domenica, anche ad aggiornare questo sito.

CELEBRARE IL GIORNO DEL SIGNORE

«Non temete» (Mt 10,26.28.31) è l’affermazione che dà sicurezza, fiducia, che rianima la speranza, che copre con il mantello dell’amore di Cristo tutto quanto può far spavento (resistenze e ostilità) e far rinunciare alla fede e alla missione la coraggiosa, aperta e pubblica proclamazione dell’evangelo. C’è da «testimoniare sui tetti», quindi a voce alta! Testimoniare fino a dare la vita. È richiesto un impegno radicale e irreversibile per Cristo dei discepoli davanti agli uomini.

Gesù aveva già proclamato «beati» i perseguitati per causa sua (cfr. Mt 5,11-12); adesso, mandando gli apostoli in missione, non promette un’impresa facile, comoda, trionfale: la loro vita sarà esposta continuamente alla morte, per la predicazione del regno. Ma se saranno fedeli a Cristo attraverso la sofferenza e la persecuzione, anche Cristo sarà fedele alla sua promessa e darà ai suoi apostoli la beatitudine del regno.

Chi entra a far parte del nuovo popolo di Dio come discepolo di Cristo, ne diventa anche il testimone davanti al mondo ed è chiamato a vivere le medesime situazioni del Cristo perseguitato.

TESTI PER CELEBRARE

prima proposta XII TO A Pdf 1

seconda proposta  XII TO A Pdf 2

By

Quaresima 2020 Anno A: Materiali generali

La Costituzione liturgica del Vaticano II stabilisce che “sia posto in maggiore evidenza il duplice carattere della Quaresima” (Sacrosanctum Concilium, 109): cioè il carattere battesimale e il carattere penitenziale.  Read More

By

VII Domenica Tempo Ordinario A

La Parola di Dio di questa Domenica ci offre stimoli provo­canti in ordine alla santità: «Siate santi perché io, il Signore Dio vostro, sono santo» (Prima Lettura); «Siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste» (Vangelo); «Santo è il tempio di Dio, che siete voi» (Seconda Lettura). Read More

By

VI Domenica del Tempo ordinario

CELEBRARE IL TEMPO ORDINARIO

Oggi la Parola che ci viene consegnata cerca di farci comprendere quale debba essere il ruolo del cristiano, che solo se abitato dallo Spirito di Dio può vivere con “sapienza” ed essere veramente luce nel mondo Read More

By

V Domenica del Tempo Ordinario A

PER CELEBRARE…

Le Letture di questa Quinta Domenica del tempo Ordinario ci conducono a riflettere sulla vita cristiana come “segno” per il mondo: così si traduce visibilmente quella che chiamiamo la “sequela” di Gesù.  Read More

By

Presentazione del Signore

CELEBRIAMO LA FESTA DELL’INCONTRO TRA DIO E IL SUO POPOLO

Oggi, a quaranta giorni dal Natale, la Chiesa ci invita a celebrare la festa della Presentazione di Gesù al Tempio.  Read More